VIA DI PALMA È IN “CAMPAGNA”

di Cinzia Amorosino

I due principali candidati a ricoprire la carica di Sindaco nelle prossime elezioni amministrative a Taranto hanno scelto di allestire le sedi dei propri comitati elettorali nella centrale Via Di Palma, nel Borgo Umbertino. I due quasi si fronteggiano, l’uno sul lato pari, l’altro sul lato dispari. Non sappiamo se in base ad una precisa scelta, o se solo per caso, i due locali commerciali vuoti da un pezzo per la crisi nel settore, che qui a Taranto si registra purtroppo anche in pieno centro cittadino, differiscono sensibilmente dal punto di vista tipologico. Quello di Musillo è aperto direttamente sulla strada con una struttura che si sviluppa in asse con la porta a vetri d’ingresso, consentendo anche dall’esterno la vista del grande tavolo collocato sul fondo, presieduto dal candidato. Ciò consente di riconoscere la presenza dell’aspirante Sindaco anche solo gettando uno sguardo fugace dalla via del passeggio (è tutta area pedonale) e, volendo, seguirne i dibattiti pur non rientrando nella schiera dei fedelissimi seduti sulle due file di sedie che occupano tutto lo spazio interno.

Il candidato Musillo, quando non impegnato a discorrere dalla postazione per così dire ufficiale, al tavolo dei relatori, ama intrattenersi in conversazione con sigaro acceso sulla antistante strada dello struscio e passeggiare con uno stuolo di sostenitori spingendosi fino alla via D’Aquino, dispensando sorrisi e strette di mano. Diversa la condizione di Melucci, la cui sede, due isolati più avanti, è accessibile attraverso un’area filtro costituita dal profondo androne di un condominio presidiato da un gruppo di fedelissimi. L’interno non è visibile dalla via Di Palma anche perché lo spazio impegnato ha una pianta a “T” e prosegue al primo piano con una sala incontri. Perciò quel che succede al suo interno si puo’ cogliere solo accedendovi. Ciò nonostante, le vetrine di quella che fino ad alcuni anni fa era una frequentatissima libreria, e che rivestono l’intero androne, esibiscono a grandi lettere il nome del candidato del quale, in corrispondenza dell’ingresso sulla strada, campeggia la gigantografia con volto sorridente baciato dal sole col mare sullo sfondo, associata allo slogan di lancio: “Il meglio viene adesso”.

Il candidato, a differenza del, per così dire, dirimpettaio, non ama passeggiare ed è raro scorgerlo sulla via Di Palma.

E’ immaginabile che le due postazioni tengano conto del fatto che Musillo necessiti di maggiore visibilità rispetto a Melucci, che essendo Sindaco uscente è già noto alla cittadinanza, mentre il primo, fatta eccezione per gli addetti ai lavori, rientra per i più nella schiera dei tanti Carneade, dal sorriso accattivante e preferibilmente a braccia conserte, che in questa tornata si candidano per le amministrative (per par condicio va detto che ciò valeva anche per Melucci nella precedente tornata elettorale). E’ pur vero che Musillo, che di nome fa Walter, ha a sua volta la sua gigantografia con lo slogan “Taranto grande dawero”, con la doppia v che allude al nome, facilitandone il riconoscimento e la memorizzazione (

complimenti all’addetto alla comunicazione).

Sta di fatto che la scelta della centrale via di Palma, principale asse commerciale del Borgo, trova concordi i due opposti candidati che, nella fattispecie come si è detto, offrono però due stili comunicativi e di rapporto con i cittadini – elettori completamente diversi.

I due tuttavia devono essere veri buongustai giacché le loro sedi, guarda caso, sono disposte, entrambe, di fronte a due frequentatissime rosticcerie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: