Il 118 di Taranto scrive un’altra pagina a lieto fine

di Cinzia Amorosino

È una ‘favola’ vera e a lieto fine, per fortuna, quella che ci raccontano i protagonisti. Non ci sono abiti eleganti o cocchi dorati ma principesse e cavalieri in tuta, mascherina e strumenti salva-vita. E grande professionalità tutti, nonostante la carenza di mezzi e personale medico, a cui occorrerebbe porre rimedio al più presto. Perché nel campo del soccorso anche un solo minuto di ritardo può essere fatale.

Ma raccontiamo la cronaca di stanotte…

Ore 23.20 di questa notte.

Giunge alla CO118 richiesta di soccorso da Maruggio per un uomo di 70 anni, che lamenta dolore toracico acuto, molto intenso, insorto all’improvviso. È un codice rosso.

La Centrale Operativa, con gli infermieri Melissa Piccione e Sara Vitti, coordinati dalla dott.ssa Fabiola Giannoccaro, attiva immediatamente l’intervento e invia l’ambulanza di Torricella, con l’infermiera Maria Grazia Sardiello e gli autisti – soccorritori Michele Chimienti e Francesco Rizzato.

In 5 minuti l’ambulanza arriva sul posto. L’elettrocardiogramma evidenzia la presenza di un infarto miocardico acuto. Mentre viene soccorso, il paziente va in arresto cardiaco. Viene prontamente sottoposto a massaggio cardiaco e quindi defibrillato 2 volte. Il cuore riparte. Nel frattempo, la Centrale Operativa attiva il protocollo previsto quando si verifichi che in un versante della provincia non vi sia neanche una postazione del Sistema 118 con il medico a bordo: esce dal Punto di Primo Intervento del Moscati, con l’automedica presente in loco, il medico in servizio, il dott. Stefano Speciale, insieme con l’autista – soccorritore Antonio Marturano.

L’ambulanza con il paziente a bordo e l’automedica si incontrano a Fragagnano. Il medico sale a bordo e avvia ulteriori protocolli terapeutici di stabilizzazione. Durante il trasporto all’ospedale SS.Annunziata il cuore del paziente si ferma altre 3 volte e per altrettante volte viene defibrillato e quindi riparte.

Il paziente viene consegnato al Pronto Soccorso vivo, in respiro spontaneo.

“Un intervento nel complesso perfetto – commenta con soddisfazione il Direttore del Sistema 118 Taranto dott. Mario Balzanelli – che rende merito alla organizzazione della Azienda ASL Taranto e del Sistema 118 nonostante le gravissime carenze di personale, particolarmente medico. Un plauso a tutti gli operatori intervenuti, della Centrale Operativa, delle postazioni mobili e fissa (Moscati), che rende merito all’impegno e al grande valore quotidianamente profuso, in tutta la provincia, in tutte le postazioni, dal Sistema 118 di Taranto”.

^^^

Nelle foto, oltre a Mario Balzanelli, tutti gli eroici componenti dell’equipaggio intervenuto con ambulanza e automedica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: