PISTE CICLABILI SI MA CON CRITERIO

di Piero Piliego

“Parte il cantiere delle piste ciclabili. Promessa mantenuta”. Questo è quanto ha dichiarato nei giorni scorsi il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci. Ed in effetti ieri 7 settembre il primo cittadino di Taranto ha rilasciato una video intervista dalla Rotonda del Lungomare, mentre alcuni operai provvedevano a tracciare delle strisce bianche sulla passeggiata pedonale per disegnare due corsie ciclabili, in un senso e nell’altro.Oggi a distanza di poco più di 24 ore da quella “promessa mantenuta” ci siamo recati sul luogo per vedere quest’opera. Con sorpresa abbiamo scoperto che la nuova pista ciclabile, ricavata con due strisce bianche di vernice è lunga più o meno 200 mt e percorre solo il tratto antistante la Rotonda fino a prima della statua dei marinai, e non c’è traccia, almeno oggi, di operai intenti a proseguire l’opera. Siamo fiduciosi che i lavori riprendano nei prossimi giorni, anche se terminato il Lungomare in direzione viale Virgilio, non sarà sufficiente un po di vernice bianca per seminare la rinascita su due ruote, considerati i marciapiedi stretti e i pali presenti sugli stessi. Come dichiarato dallo stesso Melucci nella sua video intervista, “l’amministrazione comunale è destinataria di due linee di finanziamento per questo obiettivo: una regionale da 800mila euro, grazie a un bando che ha visto Taranto prima classificata; una nazionale da poco meno di 1 milione di euro, garantita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”, ed è per questo che ci aspettiamo che quest’opera sia realizzata con criterio per essere utile e utilizzabile nel tempo. Va detto subito che le piste ciclabili in una città servono per incentivare una mobilità sostenibile, non sono fatte per passeggiare e il Lungomare non ci sembra la sede più adatta. È quindi necessario che coprano tratti lunghi e possibilmente che partano da zone più periferiche per consentire a chi si reca verso il centro di preferire la bicicletta all’auto. Devono essere inoltre ben segnalate ed illuminate, sul lungomare non sempre e non ovunque c’è sufficiente illuminazione. Inoltre le piste ciclabili non dovrebbero togliere spazio ai pedoni, bensì alle automobili – basta guardare ad esempio la scelta di Berlino dove i tanti chilometri di pista ciclabile sono fuori dai marciapiedi. Una pista ciclabile sul lungomare di Taranto, un luogo ad alta densità di pedoni, con una divisione non netta tra zona biciclette e zona pedoni rischia di essere molto pericolosa per l’incolumità di pedoni e ciclisti. Una valida alternativa potrebbe essere un percorso che corra lungo l’arsenale vecchio fino al corso Due Mari, risparmiando tra l’altro di rovinare la pregiata pavimentazione del lungomare. Diventa quindi importante che la realizzazione di un circuito ciclabile sia parte di un piano di mobilità urbana sostenibile più ampio, che comprenda, oltre ad un circuito di corsie riservate alle biciclette e simili – che copra tutta la città dalle zone periferiche fino al centro in maniera sicura e percorribile – anche una serie di servizi e strutture correlate. Da parcheggi di scambio periferici dove poter lasciare l’auto e proseguire con biciclette e monopattini, a stalli sicuri e liberi da altri mezzi dove poter lasciare la propria bicicletta mentre si é al lavoro o si passeggia, ad un servizio di bike sharing. Bisognerebbe inoltre prevedere la ridefinizione dei parcheggi per realizzare le nuove piste ciclabili, come avviene in tantissime città, perchè è dimostrato che l’incremento di lavoro delle attività commerciali dipende anche dalla possibilità di potersi muovere a piedi senza la schiavitù dell’auto. Ed in questo contesto diventa fondamentale anche un efficiente servizio di piccole e frequenti navette. Vorremmo suggerire infine all’amministrazione comunale, considerato che ha deciso di ripristinare l’area sosta camper posta in via Mascherpa, che i camperisti viaggiano solitamente con biciclette al seguito e che andrebbe realizzata una connessione ciclabile anche da quella zona verso il centro città.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: