Le testuggini tornano libere nel Parco delle gravine

L’evento si terrà il 26 agosto alle ore 18.00 nell’oasi WWF Monte Sant’Elia,

Le testuggini di Hermann sono finalmente libere. Gli esemplari, circa una trentina, che lo scorso 9 giugno avevano iniziato un periodo di ambientamento nell’Oasi WWF Monte Sant’Elia adesso sono stati reimmessi in natura, nel Parco Terra delle Gravine. Si tratta di testuggini debilitate, ferite e lesionate da predatori o da attrezzi agricoli, prelevate impropriamente e minacciate da incendi e cambiamenti climatici, che, attraverso le cure e gli screening sanitari approntati dall’Osservatorio Faunistico Regionale pugliese di Bitetto e dal Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Bari, sono state risanate e riportate gradualmente al loro habitat.

Per verificare la sopravvivenza degli esemplari e il successo della loro immissione, grazie all’aiuto del naturalista Fabio Mastropasqua, si monitorerà con il radio-tracking, metodo largamente usato in simili occasioni e non invasivo, la sopravvivenza di 16 individui (8 maschi e 8 femmine).

L’iniziativa, portata avanti nell’ambito delle «Azioni per la tutela di specie e habitat di interesse comunitario nell’area delle gravine dell’arco ionico tarantino», ha visto una feconda sinergia tra gli enti e le istituzioni scese in campo, come i comuni di Massafra (capofila del progetto), Crispiano e Statte, ma anche l’ISPRA, (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) che ha autorizzato l’Oasi WWF di Monte Sant’Elia a poter accogliere le testuggini, e la Regione Puglia che ha finanziato l’allestimento delle strutture dell’Oasi dove gli esemplari hanno trascorso le loro settimane di ambientamento.

«Questo progetto ha suscitato un entusiasmo senza precedenti – ha spiegato Fabrizio Quarto, sindaco di Massafra –, abbiamo puntato tanto sul restocking delle testuggini nel nostro parco perché crediamo nella tutela e nella difesa della biodiversità. È solo una delle numerose attività introdotte dal nostro comune per preservare flora e fauna di questo territorio, rappresentiamo sicuramente un’avanguardia».

E per sensibilizzare bambini e adulti al rispetto degli habitat naturali di animali come le testuggini di Hermann, conoscendo la specie e l’importanza della sua tutela, l’Oasi WWF di Monte Sant’Elia ha programmato per il 26 agosto alle ore 18.00, nella propria sede, l’evento Call for Painting: davanti ai cittadini presenti si assisterà al rilascio di una coppia di testuggini munite di ricetrasmittenti, dopodiché tanti piccoli disegnatori mostreranno il loro racconto a colori della storia delle hermanni hermanni liberate. Le opere saranno conservate nell’archivio dell’Oasi.

L’iniziativa è gratuita con prenotazione all’indirizzo mail trulliegravine@wwf.it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: