“RACCONTI DELL’OLTRETOMBA, TRA ARCHEOLOGIA E ANTROPOLOGIA” NEI MERCOLEDI DEL MARTA DI APRILE. DOMANI “LA MORTE ADDOMESTICATA”

Saranno i “Racconti dall’oltretomba. Tra archeologia e antropologia dei resti umani” ad animare i “Mercoledì del MArTA” del mese di aprile. Il coordinamento scientifico degli appuntamenti è affidato alla direttrice del MArTA, Eva Degl’Innocenti e al dott. Antonio Fornaciari, dell’Università di Pisa.

Quattro appuntamenti (il 6, il 13, il 20 e il 27 aprile), in cui il mistero più profondo del ciclo della vita dell’uomo sarà trattato parlando dell’approccio alla morte durante le varie epoche: dai martiri di Otranto, alla sepoltura moderna, passando per ricerca antropologica e cimiteri cristiani in età tardoantica.

Si parte questo mercoledì 6 aprile con la relazione del dott. Antonio Fornaciari.

Sarà proprio il docente del Master di Bioarcheologia, Paleontologia e Antropologia Forense nonché esperto di archeologia funeraria , Antonio Fornaciari ad avviare le conferenze sul tema con la relazione su “La morte addomesticata: la doppia sepoltura nell’Italia Moderna”.

“Oggi siamo abituati a considerare la morte di un individuo dal punto di vista sociale e biologico come un evento puntuale e determinato, ma non è sempre stato così – spiega il dott. Antonio Fornaciari – Nelle società del passato il processo di morte aveva piuttosto le caratteristiche di un evento prolungato, che si rifletteva nella complessità dei riti di passaggio legati alla sfera funebre. Di questa ritualità restano abbondanti tracce materiali anche nell’Italia Moderna, quando tra XVII e XVIII secolo nei sotterranei di chiese e conventi si costruiscono degli ambienti destinati alla pratica della doppia sepoltura. Sono stanze dotate di colatoi dove i cadaveri vengono posti temporaneamente a “scolare” i propri liquami per raggiungere una condizione di stabilità e poter quindi ricevere una seconda e conclusiva sepoltura.

Un iter che si concludeva con l’anima del defunto che approdava alla dimensione ultraterrena, lasciando sulla terra cripte e cappelle funerarie che saranno il fulcro del viaggio che si propone in questo primo appuntamento di aprile.

L’appuntamento con “La morte addomesticata: la doppia sepoltura nell’Italia Moderna”, è domani, 6 aprile alle ore 18.00, in diretta sulle pagine istituzionali del Museo Archeologico Nazionale di Taranto di Facebook, Youtube e LinkedIn.

Per conoscere tutto il programma dei “Mercoledì del MArTA” di aprile basta consultare il sito del Museo Archeologico Nazionale di Taranto all’indirizzo

https://museotaranto.beniculturali.it/…/mercoledi-del…/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: