Come ridurre gli infortuni sul lavoro nel comparto vitivinicolo

di Silvana Giuliano

Sono sempre più numerosi gli incidenti, anche mortali, nei luoghi di lavoro. Si pensa che avvengano soprattutto nelle industrie e nei cantieri edili, invece non è così perché  anche nel settore agricolo i rischi di incidenti sono all’ordine del giorno. Questo purtroppo non è percepito dall’opinione pubblica perché non sempre la notizia è riportata dai mass media.

Nel nostro territorio inoltre, il comparto agricolo è caratterizzato da una notevole estensione di vigneti e da numerose cantine vinicole.  Data l’importanza dell’argomento, il 27 ottobre, si terrà a Taranto, nella sala Resta della Camera di Commercio il convegno “La gestione integrata del rischio in agricoltura. Qualità e sicurezza del settore vitivinicolo”.

Il Convegno è stato presentato alla stampa, nella sala della Prefettura di Taranto, dal Prefetto di Taranto Demetrio Martino; dal direttore regionale INAIL Giuseppe Gigante; dal direttore generale della ASL Taranto Vito Gregorio Colacicco; dal commissario della Camera di Commercio Gianfranco Chiarelli; dal direttore del Dipartimento di prevenzione dell’Asl Michele Conversano e da Cosimo Scarnera, direttore dello Spesal.  Nel corso della conferenza è emersa l’importanza che deve assumere la sicurezza  sui luoghi di lavoro e quindi anche nel settore agricolo. Il Convegno avrà inizio alle ore 9:00 e terminerà alle 16:30.

“Quello del 27 – ha precisato il Prefetto Demetrio Martino – è il secondo appuntamento che abbiamo  organizzato nell’ambito della cornice che vede schierato lo Stato con gli Enti locali, con l’intento di raggiungere l’obiettivo di garantire a tutti i lavoratori, di questo territorio, le migliori condizioni di sicurezza. Questa volta il tema sarà quello dell’agricoltura, incentrato soprattutto sulla produzione vitivinicola, un  tessuto imprenditoriale caratterizzato da microimprese, spesso di dimensioni familiari, verso le quali vogliamo aumentare la consapevolezza del rischio.  In questo convegno punteremo ulteriormente l’attenzione affinché vengano mantenute, sia nella fase di produzione sia di trasformazione del prodotto vinicolo, le migliori garanzie  di sicurezza sui luoghi di lavoro e anche di sicurezza per l’ambiente circostante”.

“E’ un’iniziativa importante – ha aggiunto Gianfranco Chiarelli –  tutto il Paese Italia dovrebbe interrogarsi sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro; il nostro obiettivo è dare un contributo a tutte le aziende affinché abbiamo la tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro per non parlare del tema specifico  alimentare dell’agricoltura e della vitivinicoltura. Nel corso del convegno sarà stilato un protocollo d’intesa per sensibilizzare le aziende e le istituzioni, affinché ci sia questa  effettiva prevenzione”.

“Secondo Gregorio Colacicco, obiettivo di questo evento, che riguarda tutta la filiera vitivinicola, dall’impianto delle viti fino all’imbottigliamento e alla commercializzazione, è salvaguardare la sicurezza di tutti gli operatori affinché si possano produrre qualitativamente prodotti eccellenti e nello stesso tempo salvaguardare la sicurezza dei lavoratori”.

“E’ necessario – ha sottolineato infine Giuseppe Gigante – implementare la cultura della prevenzione, bisogna agire non sul tema della cura o dell’indennizzo, ma agire in ambito preventivo, facendo sì che gli infortuni non si verifichino e i lavoratori possano tornare nel loro ambiente familiare in salute.  Le norme di prevenzione sono  quelle definite dal Testo unico. In agricoltura, in questo ultimo periodo, noi registriamo che  il maggior numero degli infortuni avviene sui mezzi agricoli, sono mezzi vetusti, non dotati di sistemi di sicurezza che implicano, in caso di incidente, purtroppo anche la morte dei lavoratori. Ugualmente   le cantine devono applicare le norme, inoltre sono un patrimonio della nostra comunità e vanno valorizzate anche in tema di sicurezza”.

Il convegno è organizzato dalla ASL Taranto e dalla Direzione Regionale pugliese INAIL, con la partecipazione attiva delle organizzazioni datoriali e sindacali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: